Direzione regionale Marche

Ti trovi in: Home - Servizi - Istanze di accesso alla banca dati della Anagrafe Tributaria

Istanze di accesso alla banca dati della Anagrafe Tributaria

Le istanze di accesso, autorizzate dai Tribunali delle Marche, vanno inviate:

· tramite posta elettronica certificata (PEC ) all’indirizzo: dr.marche.gtpec@pce.agenziaentrate.it ,

· tramite raccomandata A.R. all’indirizzo: Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale delle Marche, Via Palestro n. 15 – 60122 Ancona

· consegnate presso la U.O.P. della Direzione Regionale delle Marche di Ancona, Via Palestro n. 15, 3° piano, nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8:15 alle ore 12:45 .

Cosa allegare

All’istanza, redatta in carta libera e sottoscritta mediante firma digitale o autografa (in tale ultimo caso occorre allegare un documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore) vanno allegati i seguenti documenti:

· copia dell’istanza ex art. 492-bis c.p.c. presentata al Tribunale per ottenere l’autorizzazione all’accesso

· provvedimento di autorizzazione all’accesso ex art. 492-bis c.p.c. emesso dal Presidente del Tribunale, o da un suo delegato, in originale o in copia conforme all’originale, ovvero corredata da attestazione di conformità all’originale ai sensi dell’art. 16 bis, comma 9-bis, del D.L. 18 ottobre 2012 n. 179, convertito con modificazioni nella Legge n. 221/2012, se sottoscritta digitalmente secondo le modalità previste dal D. Lgs. n. 82/2005 e dal DPCM 13 novembre 2014 (estensione “p7m”) e trasmessa con modalità telematiche (PEC)

· nel caso l’autorizzazione rilasciata dal Tribunale non indichi le generalità del creditore istante e del soggetto debitore per il quale è autorizzato l’accesso, occorre inserire nell’attestazione di conformità all’originale ai sensi dell’art. 16 bis, comma 9-bis, del D.L. 18/10/2012 n. 179, anche le generalità del creditore procedente e del debitore per il quale è richiesto l’accesso

· procura rilasciata dal creditore istante, che può essere anche contenuta a margine o in calce all’istanza ex art. 492-bis c.p.c. presentata al Tribunale

· eventuale ulteriore documentazione richiesta nel caso specifico.

File pdfAltre tipologie di istanze (53.40 KB)

Quali informazioni vengono fornite

L’Agenzia delle Entrate fornisce solo dati di cui è titolare, ovvero:

· dati reddituali relativi all’annualità più recente del biennio (dichiarazione dei redditi e le certificazioni dei sostituti di imposta)

· atti del registro dell’ultimo decennio

· natura dei rapporti finanziari dell’ultima annualità (si precisa che l’archivio dei rapporti finanziari non contiene informazioni relative a saldi, giacenza media o singoli movimenti)

Ove l’istante sia interessato a ricevere maggiori informazioni rispetto a quelle sopra indicate (es. dichiarazioni IVA, IRAP e il modello 770 eventualmente presenti in banca dati), ovvero relative ad una diverso arco temporale dovrà esplicitarlo nell’istanza medesima, con l’avvertenza che gli atti del registro sono quelli successivi al 1986.

Le informazioni ipotecarie e catastali relative agli immobili, invece, dovranno essere acquisite rivolgendosi direttamente agli Uffici Provinciali – Territorio competenti o per via telematica.

Per i dati gestiti da Amministrazioni diverse dall’Agenzia delle Entrate, occorrerà rivolgersi direttamente a tali Enti (es. Camere di Commercio competenti per informazioni sulle partecipazioni societarie e sulle cariche ricoperte, ovvero I.N.P.S., P.R.A. o Capitanerie di Porto).

Tributi speciali

Il servizio prevede il pagamento di tributi speciali di cui alla Tabella A allegata al DPR n. 648 del 1972. Il pagamento avviene tramite modello F24, utilizzando il codice tributo 1538.

L’importo dei tributi speciali dovuti per l’evasione della pratica è comunicato da questa Direzione regionale (a mezzo PEC).

Ipotesi di esenzione dal pagamento dei tributi speciali

· richieste effettuate ai sensi dell’art. 32 delle disp. att. del codice di procedura penale (professionisti che agiscono per il recupero dei crediti professionali maturati in qualità di difensori d’ufficio)

· richieste effettuate ai sensi dell’art. 10 della Legge n. 533 del 1973 (in materia di controversie sul lavoro)

· richieste effettuate ai sensi dell’art. 19 della Legge n. 74 del 1987 (in materia di famiglia)

I referenti dell’Ufficio Gestioni Tributi della DR Marche sono:

  • il Capo ufficio, dott. Carmine Caso - tel. 0712274389
  • il funzionario referente, dott.ssa Tatiana Trivisonno - tel. 0712274375

File pdfNota inviata agli ordini degli avvocati delle Marche e ai Presidenti dei Tribunali delle Marche in data 28 ottobre 2016 (92.49 KB)

File pdfIstruzioni per aprire i documenti firmati digitalmente inviati dagli uffici dell'Agenzia delle Entrate (file con estensione "p7m ") (112.89 KB)

E’ possibile utilizzare i programmi predisposti dai certificatori accreditati presso l’Agenzia per l’Italia Digitale. L'elenco è disponibile sul sito www.agid.gov.it alla pagina Home - Agenda Digitale - Infrastrutture e architetture - Firme elettroniche - Software di verifica .